Informazioni personali

La mia foto
Sono ancora vivo.... e questo mi basta.

giovedì 30 giugno 2011

Luna Incostante - Live Tuxedo Torino 29/12/1982



La sera del 29 Dicembre del 1982 andammo a suonare in quello che era considerato il tempio del rock torinese, pagavano una miseria.... ma per noi della "profonda provincia" arrivare nel cuore della metropoli era già un enorme successo, la serata non fu entusiasmante ma non andò neanche male.
Il giorno dopo su "La Stampa" in un piccolo trafiletto si leggeva: "Sono tutti studenti di architettura che si cimentano con la new wave: il gruppo Luna Inesistente ha tenuto con successo uno spettacolo ieri sera al Tuxedo" Come? ..... Luna Inesistente!!!! Studenti di architettura!!!! ma quando mai..... certo che di cazzate ne scrivono i giornali!!!


Stravaccati sul divano in attesa di salire sul palco


Da lontano non si vede una minchia ma è per far vedere che era proprio il Tuxedo


Io e Rinaldo facciamo il coro sulla cover di "Feeling Alright" di Dave Mason (Traffic) mentre Valerio strapazza il Sax, e Dante poverino non si vede.

Brusasco Cavagnolo Jazz Band


Curiosa fotografia trovata per caso girovagando su Internet, dal finestrino del pulman viene esposto un cartello con su scritto "O.N.D. di Brusasco Cavagnolo" e sulla grancassa c'è scritto "Jazz Band", potrebbe risalire alla fine degli anni 40/ inizio anni 50.
Io non riconosco nessuno e non avevo mai sentito parlare di questa "Jazz Band", se qualcuno sa dirmi qualcosa in più lo apprezzerei molto. Grazie

mercoledì 29 giugno 2011

Luna Incostante - Live Champoluc Agosto 1983


Cosa si può fare a Champoluc in una calda domenica d' agosto? L' ultima cosa che ti viene in mente è di andare ad un festival di musica rock che si svolge in un prato, senza sedie, che propone come attrazzione alcuni complessini  sconosciuti. Per di più organizzato da Radio Chivasso International (che a Champoluc probabilmente manco si prende). Infatti oltre a parenti ed amici dei musicisti c' erano il tecnico del suono, alcuni roadies, quelli del chiosco delle bibite ed alcuni addetti ai lavori.... beh comunque mi pare ci avessero pure pagato......

Formazione a 5 con Valerio voce solista e mini moog, Dante alla batteria, Io con degli stupendi pantaloni rossi alla chitarra, Marco con degli stupendi pantaloni lilla alla chitarra e Rinaldo al Basso. In questo concerto abbiamo eseguito un mitico pezzo andato perduto di cui non ricordo neanche il titolo.... l' abbiamo provato un paio di volte e suonato solo quel pomeriggio.... non l'abbiamo mai registrato e nessuno di noi se lo ricorda.....


Non ricordo quale altro gruppo c'era, mi pare i Blind Alley di Torino ma non sono sicuro.

martedì 28 giugno 2011

Uomini Forti


Primi anni 60, gli schermi cinematografici traboccavano di muscoli.... Ercole, Maciste, Ursus
Io mi ero creato il mio eroe che era naturalmente l' uomo più forte del mondo, non aveva un nome ma era semplicemente "L' Uomo del Circo Togni", aveva il fisico di Steve Reeves e la forza di Nembo Kid e, attraverso lo specchio del mio cesso*, comunicava con una razza extraterrestre che gli conferiva incarichi e ne controllava l' operato.
Questi extraterrestri erano dei ciccioni sudatissimi sdraiati su dei cuscini con intorno schiavi che gli facevano aria con enormi ventagli ed ancelle che gli servivano cibi e bevande.
Per loro lo specchio del mio cesso* era una specie di schermo televisivo e loro passavano tutto il tempo a guardare cosa succedeva a casa mia (non chiedetemi perchè.... non l'ho mai capito!)
L' Uomo del Circo Togni combatteva (sempre vittoriosamente in quanto invincibile) ogni sorta di mostro ed interi eserciti, ma doveva sempre essere leale e giusto altrimenti veniva punito.
Cosi, per alcuni anni, ogni sera L' Uomo del Circo Togni davanti allo specchio del mio cesso* faceva il resoconto della giornata agli extraterrestri mentre si faceva la pisciatina prima di andare a dormire.

* Ho usato la parola "cesso" e non bagno o gabinetto semplicemente perchè era proprio un.... cesso!!!

venerdì 24 giugno 2011

Mefi Video

A Cavagnolo (TO) nel Febbraio del 1988 apriva ufficialmente la Videoteca MEFI Video, all' inizio la gente affittava di tutto, anche le peggio schifezze.... bei tempi.
Dopo 6 anni di continua crescita il mercato si stabilizza e preso da altri impegni decido di abbandonare il settore, la MEFI Video passa nelle mani del mio socio e sopravviverà fino al 2010.
Nel 1992 la MEFI Video distribuisce in cassetta una piccola produzione indipendente di Stefano Milla, "Armaghedon".
"Distribuisce" è una parola grossa, erano previste 1000 copie ma in realtà ne vengono stampate solo 200, una cinquantina credo di averle date a Stefano, una ventina ad un grossista di Torino, qualche copia l'ho venduta direttamente per posta e.... le altre sono in garage.
Inoltre col marchio MEFI HOME Video ho prodotto alcuni "corti" presentati al Festival Cinema Giovani di Torino (tra cui il più famoso è Pornozilla).

martedì 21 giugno 2011

Prima Comunione

Altra foto "istituzionale": La Prima Comunione
Anche se ero piccolo con quel saio bianco mi vergognavo come un ladro.... mia madre mi promise l'abbonamento al "Corriere dei Piccoli" per farmelo indossare!
Non sembra ma son cose che segnano.... traumi infantili difficili da superare!!!!
Infatti quel saio bianco, anche se un po' ingiallito, è ancora nel mio guardaroba.... da qualche parte!


Che vergogna.... come futuro "ribelle con l' urlo nella pelle" non è che parto molto bene..... qui sono il più composto, con le mani giunte sembro un piccolo "Domenico Savio" in odore di santità..... ma poi sono guarito!!!

Panoramica dall' alto che evidenzia l' alto numero di chirichetti, nel corso degli anni di ragazzini disposti a sottostare alla pubblica derisione da parte degli amichetti ce ne saranno sempre meno.... oggi trovare un chirichetto è praticamente impossibile!!!

La parte della cerimonia più spettacolare era la processione, una folkloristica sfilata per le vie del paese per portare un po' a spasso la Madonna (Vedi anche post "A Spasso con Madonna")
Ecco il certificato che attesta (senza ombra di dubbio) che a Cavagnolo il 27 Maggio del 1962 ho mangiato il Signore.


Sick Rose - Night of the sadist/Yeah 7" 45rpm





Questa è una super rarità, nemmeno i Sick Rose sanno dell' esistenza di questo singolo!!!!
Naturalmente non ce l'ha nessuno, solo io.

Sono circa 50 copie e si tratta del secondo errore di stampa, mi dispiaceva buttarle e così ho improvvisato un orrenda copertina in fotocopia e le ho infilate in una busta di plastica, ho corretto manualmente l'etichetta e ne ho fatto un singolo. I due brani sono il lato B dell' EP "Covers"

Luna INCOSTANTE - CD Inedito




CD non ufficiale, mai pubblicato e naturalmente mai distribuito che raccoglie i primi vagiti del gruppo a cura del cantante Valerio.
I brani da 1 a 8 componevano la cassetta demo incisa sotto il vecchio nome di Nickelkat, registrati "live in studio" con qualche piccolissima sovraincisione al Synergy studio di Beppe Crovella.
Da 9 a 15 registrati live al concerto tenuto al Tuxedo di via Belfiore a Torino il 29/12/1982.
16-17-18 sono solo prove effettuate nella cantina del Dante nel corso del 1981, "In the maze" non è mai stata completata ed anche "Losers" non ha mai avuto una versione definitiva.
19-20 anche queste sono solo prove (sempre nella cantina del Dante) 
21-22-23 Registrati al concerto tenuto al teatrino di Chivasso in data se qualcuno se lo ricorda me lo faccia sapere (sempre nel 1983).
Ne esistono pochissime copie regalate a parenti ed amici e a tutti i componenti e collaboratori del gruppo.

domenica 19 giugno 2011

Che bel fiocco!!!

Cavagnolo, Asilo Martini - Anno Scolastico 1961/62


Ho un debole per le vecchie foto, questa è un classico, un tipo di foto che hanno quasi tutti, come quelle di fine anno scolastico, quelle del giuramento (ovviamente per chi ha fatto il militare), quelle della prima comunione, quelle del matrimonio..... io le chiamo foto "istituzionali".
Questa è del primo giorno di scuola, col mio bel fiocchetto blu, il colletto bianco rigido e il grembiulino nero (ma oggi ancora ti fanno vestire così in prima elementare?) dallo sguardo non sembro tanto contento... però ero proprio un bel bambino, neh?

Dai vaghi ricordi di quel primo giorno di scuola riaffiora un discorso che ci fece la maestra, non ricordo le parole esatte ma il succo era più o meno che i bambini "meridionali" erano bambini come noi del nord e che dovevamo trattarli bene e con rispetto, eravamo nella profonda provincia nordista nei primi anni in cui arrivavano famiglie di immigrati ed i problemi di integrazione erano più o meno gli stessi di oggi con gli extracomunitari.....

SICK ROSE - Covers EP 7" 45rpm










Stampato in circa 1.000 copie, per la distribuzione mi ero accordato con "Indie" di Mestre, avevo trattato con un certo Nello che ne avrebbe prese 800 ma tirò così tanto sul prezzo che ad un certo punto gli ho detto che, per starci dentro, avrei dovuto mandarglielo senza copertina ed ecco perchè ci sono due copertine differenti, quella che vedete in alto è la copertina originale mentre a fianco c'è quella stampata da "Indie" (con Jacopo in formazione che sul disco non è presente perchè c'era ancora Rinaldo). Le circa 200 copie "originali" non vennero mai distribuite ufficialmente ed una cinquantina le ho omaggiate ad amici e conoscenti, le altre ce l'ho ancora in garage.
Mi pare di averlo visto anche con una terza copertina differente, ma non ne sono sicuro.
Per essere proprio precisi, anzi pignoli, ne esiste una copia "test pressing" con la copertina uguale all' originale ma con le scritte "Sick Rose" e "Covers" con un carattere più sottile.
E per essere adirittura maniacali ne esiste una copia di prova con le etichette bianche e senza copertina.

I quattro brani vennero registrati "live in studio" da Beppe Crovella nel suo Synergy Studio di San Sebastiano Po (TO), la foto di copertina è stata scattata da Federico Salsano durante il concerto tenuto al Fabrik di Amburgo nell' 1987, la foto sul retro ritrae il gruppo in un freddo pomeriggio in giro per Bochum prima dell' ultimo concerto del German Tour 1987.
Il Marchio della "MEFI Rec" è stato disegnato da Valerio Bianco, "The B Side" è opera mia.
Il mio pezzo preferito è "Night of the sadist".

venerdì 17 giugno 2011

LUNA INCOSTANTE - La Provvidenza - EP 7" 33rpm






Copertina lucida cartonata con allegato foglietto dei testi/credits, ne furono stampate circa 1.000 copie di cui la maggior parte furono vendute dal gruppo ai concerti, alcune copie (una ventina credo), mi pare di ricordare, furono affidate alla Toast di Torino e forse a qualche altro piccolo distributore (Indie di Mestre? Boh!!! ricordi confusi). Ne esistono alcune copie "promozionali" in busta di plastica con copertina fotocopiata che in realtà non sono mai state distribuite.

Il lato A era una mia precisa richiesta.... da sempre sono un "fan" dei Creedence e la loro versione di "I heard it through the grapevine" è uno dei miei pezzi preferiti.

Il disco ricevette anche qualche buona recensione

"Il Mucchio Selvaggio 114/115 (Luglio/Agosto 1987) rubrica "Targato Italia"

"Urlo" Settembre/Ottobre 1987

giovedì 16 giugno 2011

MEFI Records

La MEFI Records era la mia piccola etichetta discografica con cui nel 1987 ho prodotto due EP 7". Il primo (dei Luna Incostante) venne stampato dalla Durium di Milano e tutto andò liscio, il secondo (dei Sick Rose) invece fu un vero calvario. Andare fino a Milano mi veniva un po' scomodo, così trovai a Torino "Il Pentagramma", un' etichetta/studio di registrazione specializzata in liscio e folk piemontese, riuscirono a sbagliarmi la stampa per ben due volte. Se uno ti porta un master con quattro pezzi, un etichetta con quattro titoli..... cosa vuol dire? Che vuoi stampare un 45 Giri con un pezzo per parte?...... No! Ebbene mi stamparono un singolo (un pezzo per parte) .... la prima volta con i primi due pezzi del master e la seconda con gli altri due...... poi finalmente riuscirono a capire..... meno male!!!!!
Quando ero ragazzino "fare un disco" era una chimera, un miraggio, una cosa che automaticamente ti trasformava in un tipo fichissimo.... poi capii che fare un disco non era poi così difficile..... la cosa difficile era venderlo..... Nel panorama del mercato indipendente (le così dette Indie) purtroppo vigeva una regola che non mi piaceva affatto..... il conto vendita, cioè te li prendo poi se li vendo te li pago.... se non li vendo te li rendo.... nella maggior parte dei casi non si vedeva più nè merce nè soldi, al massimo si otteneva uno scambio merce con qualche altro disco che non si riusciva a vendere.... Con questo non voglio dire che ci fosse malafede.... a volte passava semplicemente troppo tempo e si perdevano i contatti... a volte c'era tanta buona volontà.... ma pochi soldi.... e poi il mercato per questo tipo di prodotti era veramente limitato.... insomma si tirava a campare e soprattutto lo si faceva .... per la gloria!
Raggiungere il "mercato che conta" con questo tipo di prodotto era impensabile, troppa concorrenza e poi anche li cominciava a tirare aria di crisi..... Così la mia piccola etichetta visse una sola stagione e come direbbe il mio amico Dante "Solo per questa sera!!!! Grande serata di apertura e di chiusura dalle otto e quarantacinque alle nove meno un quarto...."

venerdì 10 giugno 2011